Teaser Tuesdays > Era del Sole di Elisa Erriu

martedì 8 luglio 2014 6 commenti:

Buon pomeriggio cari <3 Teaser Tuesdays puntuale? Ebbene si, questa settimana non sgarro di 80 giorni XD Estratto dedicato al libro che sto leggendo attualmente e che dovrei riuscire a recensire presto! Un altro autore emergente, Elisa Erriu. Quest'anno direi che il mio proposito di leggere più italiani è stato totalmente mantenuto, devo anche ammettere che ho incontrato alcuni autori italiani davvero niente male, nulla da invidiare agli stranieri! :)

Teaser Tuesdays
Rubrica ideata dal blog Should be Reading, che consiste nel prendere un libro, aprirlo in una pagina a caso e trascriverne un piccolo spezzone, stando attenti a non fare assolutamente degli spoiler, lasciate anche il titolo e l'autore in modo che le persone alle quali piacerà il libro, possano trovarlo nella loro libreria di fiducia.


Titolo: Era del Sole | Autore: Elisa Erriu
Era del Sole Lei non aveva mai partecipato al torneo, non tanto perché non volesse e tantomeno perché gli fosse impedito, ma perché già era sufficiente avere quegli sguardi addosso. Quell'anno, però, Daila andò senza indugio a iscriversi. Avrebbe combattuto come non mai in vita sua. Scese lungo il crinale che divideva la Foresta Blu dalla città. Dall'altra parte rispetto a casa sua. Sentiva il vociare dei forestieri, poteva persino riconoscere alcuni dialetti. Estia era un via vai di odori, rumori e colori impossibili da scorgere in un attimo solo. Daila ci si tuffò dentro senza esitazione. Stendardi, bandiere e stemmi si stagliavano contro il cielo dalle strade della città. Il viavai era al culmine, il suolo era stato cosparso di petali, ma per l'affluire di persone, i petali erano già marci. I banditori cercavano di accaparrarsi clienti, artigiani di ogni genere vantavano le loro merci come tesori imperdibili, merletti, ceramiche, ricordi tipici di Estia e altri di terre lontane e "tutto per i loro signori e signore". Le file più lunghe erano per i negozi di pietanze, pieni come quelli di ferramenta, a prova di cosa andava per la maggiore tra la clientela. Per fare ordine, alcuni gendarmi, creati apposta per quel momento dell'anno, pattugliavano le vie accompagnati dai loro cani. Ma quando Daila scese in città, i cani uggiolarono alla vista del lupo; alcuni cavalli che marciavano in corteo, vestiti elegantemente come i loro cavalieri, si spaventarono anch'essi. Quando disarcionarono i fantini, questi erano sul punto di insultare chiunque li avesse fatto un simile affronto. Si zittirono con gli insulti sulla lingua appena videro le spalle del lupo che sfioravano quelle dei loro destrieri. Quest'anno c'erano persino alcuni elfi tra la folla. Daila li riconobbe subito, per il fascino dei loro volti e dei loro abiti. Furono gli unici che le abbozzarono un inchino. Daila e il lupo si stagliarono con entrambi gli sguardi decisi in mezzo alla folla, divisero persino il profumo del pane appena sfornato, il clangore del martello sul ferro caldo, zittirono persino i bambini che correvano da una parte e l'altra in festa. Lei e il lupo bianco dividevano la massa come una roccia divide il flusso della corrente.

6 commenti:

  1. Io ho già avuto la possibilità di leggere e recensire il libro, e devo ammettere che non è niente male:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantastico! Mi fa piacere sapere che a molti è piaciuto così tanto!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Che bello leggere queste cose *-* Spero di adorarlo e amarlo allo stesso modo :D

      Elimina
  3. ahhh...>______<voglio troppo leggerlo!!!!!!!*____*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi farò sapere come mi è sembrato *-*

      Elimina